Castello Aragonese

Finding Ferrante

When it comes to Italian islands, everyone has heard of Capri, but Ischia has a more low-key reputation. I hadn’t heard of Ischia until I read Elena Ferrante’s incredible ‘My Brilliant Friend’ a few years ago. In the book, Ischia is narrator Lenu’s figurative and literal escape from the violent, claustrophobic Naples neighbourhood she calls home, and her vivid descriptions made me determined to visit this small island, an hour away by boat from Naples, for myself. I came here in search of Elena Ferrante but discovered so much more. Although with only one day on the island, there was no time to linger.

isola saporita

L'isola saporita

di Isabella Marino

«Questa mattina sì che vogliamo farci una pancia di fichi!». Non ne aveva ancora assaggiati quell’anno, re Ferdinando IV, nonostante fossero tutt’altro che rari nelle campagne dei suoi vasti possedimenti. Perciò aveva accolto con particolare piacere il dono che avevano voluto fargli gli Eletti della Città d’Ischia per la sua prima visita sull’isola in quell’estate del 1783. In delegazione, erano saliti apposta sul pacbotto reale, alla fonda davanti al Castello, per fare omaggio al sovrano e ai cortigiani che lo accompagnavano di quelle verdi prelibatezze, insieme agli altri frutti di stagione a cui la fertile terra vulcanica dell’isola donava profumi e sapori speciali. .

buceto

The sweet and rare water of Buceto

Four thousand steps from the heart of the Green Island to the sea   
by Isabella Marino

The enveloping silence of the forest amplifies the chirping of birds. They fly up, as soon as they sense the human presence and cease for a moment to be the undisputed masters of the place. Which perhaps took its old name from them, Abocaetus, from which the most usual Buceto derives. Common to both the mountain that rises near Epomeo and overlooks the ancient craters, now surrounded by greenery, Rotaro is the source that flows from its lively side, to the East side, there where go to drink flocks of birds. Pure and fresh water, which descends from the top of the hill through the clayey rocks.

tonnara

La tonnara e l'ultimo rais del Tirreno

di Graziano Petrucci

Il suo motto, se fosse nell’odierno mercato globalizzato, sarebbe stato “tonno, subito”. Lo chiamavano Minichiello, forse perché basso di statura. “Tonnava”, è il caso di dirlo, a Lacco Ameno, da marzo a settembre e si appoggiava a casa della nipote Carmela. Ebbe sette figli, quattro maschi e tre femmine. Veniva da Procida. Anche se oggi lo compriamo in scatola, Domenico Intartaglia andava a caccia di tonni e pesce azzurro. Era il Rais della tonnara di Lacco Ameno. Anche detto Arraise, gestiva il sistema di pesca che esisteva dal 1743 e durò fino al 1959, anno in cui Domenico festeggiò i suoi 89 anni. Fu uno degli ultimi impianti del Tirreno, e lui l’ultimo Rais del Golfo di Napoli. La tonnara venne istituita grazie ai privilegi concessi dagli Aragonesi nel 1501, confermati a Bologna nel 1533. Vennero accordati all’isola d’Ischia “i lidi, le spiagge, i promontori e mezzo miglio di mare intorno al suo territorio”.

nicolella

Ermanno Nicolella and the flavors of happiness

by Ciro Cenatiempo

Ermanno Nicolella is professionally a chef with the vocation of the globetrotter in the sign of real and powerful flavors.
A few sentences are enough to understand what Ermanno is made of: simplicity and genuineness.
The experiences of Ermanno Nicolella are the result of training in prestigious hotels such as the Savoy in London, the Palace in Paris passing through the starred restaurant Il Melograno of Libera and Giovanni Iovine, the Mezzatorre Resort, the Miramare and Castello, the Punta Chiarito, not neglecting the courses of restaurant managers with stops in Palermo.

lampuga

Lampi e lampughe

di Ciro Cenatiempo

Il lampo del titolo è un’illuminazione, legata a un riflesso speciale, quello arcobalenico della lampuga che si batte sotto la barca prima di mollare e lasciarsi tirare su: è un flash scenografico che si fa flashback e gioco di parole. Come piace a me. La lampuga ha una livrea cangiante, fotomutevole; una faccia arcaica, antichissima e mi affascina in modo indicibile: è catturata ancora con la cosiddetta pesca d’ombra che utilizza palmizi e frasche, ed è uno dei pesci (azzurri) più popolari e saporiti che si conosca dagli albori della civiltà mediterranea e non solo.

Magazine Ischia news & eventi

Guides of Ischia.it

Le Guide di Ischia newsTo know and move on Ischia

Contact ischia.it

  • Indirizzo P.zza Trieste e Trento, 9
  • Telefono +(39) 0813334747
  • fax +(39) 0813334715
  • email This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
  • Sito web www.ischia.it
  • skypeCall center

Info on Ischia island

  • Surface: 46 Kmq
  • Hight: 789 mt
  • Lat.: 40° 44',82 N
  • Long.: 13° 56',58 E
  • Periplus: 18 miglia
  • Coasts: 51.2 Km
  • Cities: 6
  • Inhabitants: 58.029

Social

Sottoscrizione al feed

Subscribe to our Newsletter