Torre Milone o di San Vito

Le Torri
Forio d'Ischia
Forio d'Ischia - 80075
Via S. Vito

Torre Milone o di San Vito
La torre di Milone è anche detta Milone o di Liviero. E' anche nota come la torre di San Vito, dal nome della strada sulla quale affaccia. Nata come edificio di rifugio e difesa, è oggi un'abitazione privata. Ha una pianta quadrata, con un piano terra, un ammezzato ed un primo piano. Ha una muratura in pietrame di tufo, intonacata finto bugnato al piano terra e liscia nella parte superiore. La parte terminale presenta un parapetto di contenimento.

Notizie storico-critiche
A seguito delle incursioni dei Turchi che dal 1558 infestarono le coste foriane, come ricorda un documento della Regia Corte, in data 15/6/1567 " ben 7 torri furono erette da particolari cittadini, ben munite d'armi nelle quali se pono salvare le genti di detto casale quando è scorreria dei Turchi". Tra queste vi è la torre Milone, a cui si è aggiunto nel '700 il palazzo omonimo, sorto, quindi, principalmente a difesa dell'abitato sviluppatosi intorno alla chiesa parrocchiale di San Vito (XIV) come si rileva dall'incisione riportata sul frontespizio del libro di G. Jasolino (1588).
A pianta quadrata, la torre si sviluppa in piano terra, ammezzato e primo piano. La torre in muratura di tufo, completamente intonacata a finto bugnato a piano terra, liscia al piano superiore, è costruita con il paramento intorno verticale e l'esterno a tronco piramidale fino al primo toro di separazione, su cui poggia la mensola del balcone.
La parte terminale è priva di coronamento e presenta un semplice parapetto di contenimento.
Raggiunti la piazza della Basilica di San Vito è gia possibile ammirare il Torone. Proprio all'inizio di Via degli Agrumi (al termine di via San Vito e incrociandosi con via Chiena) sulla destra al termine di una breve rampa di scale in basalto vi è l'ingresso della Torre.

Info

Luogo: S. Vito.
Cronologia: seconda metà del XVI sec.
Destinazione originaria: torre di difesa e rifugio.
Destinazione attuale: abitazione.
Proprietà: privata.
Leggi di tutela: 1497 del 1939.
Pianta: quadrata.
Copertura: piana a terrazzo.
Volte o solai: volta a padiglione.
Scale: scala interna.
Tecniche murarie: muratura in pietrame di tufo intonacato.
Pavimenti: battuto in lapillo.
Decorazioni esterne: toro in pietra lavica.
Stato di conservazione: buono

Richiedi informazioni

Nelle vicinanze

Servizi