Ischia.it - Hotel ed informazioni sull'isola d'Ischia Ischia.it, informazioni turistiche, alberghi, hotels, ristoranti, appartamenti, ville, spiagge sull'isola d'Ischia, orari marittimi ed eventi sempre aggiornati. http://www.ischia.it/ 2018-09-18T17:56:36+02:00 Joomla! - Open Source Content Management Il Festival di filosofia 2017-09-15T11:20:00+02:00 2017-09-15T11:20:00+02:00 http://www.ischia.it/it/il-festival-di-filosofia Milena Barbieri milena@pointel.it <div class="feed-description"><address><img src="images/castello-in-rosa.jpg" alt="castello in rosa" class="caption" style="margin: 5px; border: 5px solid #d4c9c9; float: right;" title="Castello Aragonese al tramonto in rosa" width="100%" height="NaN" /><span style="font-size: 12pt;">Nel mese del tramondo rosa<br /></span></address> <p>Mi appassionai a questo festival di filosofia sin dalla sua prima edizione nel 2015: ero ad Ischia nell&rsquo;ultima settimana di settembre, perso in questa stupenda atmosfera di cambiamento che l&rsquo;isola propone con la sua livrea di colori unici. Da dove vengo io, una piccola citt&agrave; del nord Europa, siamo sempre in agguato a settembre, pensando che le condizioni climatiche a breve cambieranno bruscamente, lasciando cos&igrave; spazio ai colori autunnali, alle foglie che accompagnano i fiumi nella caduta gravitazionale, in un corso d&rsquo;acqua dolce, inesorabile, in continuo movimento, veloce e avido di trascorsi.</p> </div> <div class="feed-description"><address><img src="images/castello-in-rosa.jpg" alt="castello in rosa" class="caption" style="margin: 5px; border: 5px solid #d4c9c9; float: right;" title="Castello Aragonese al tramonto in rosa" width="100%" height="NaN" /><span style="font-size: 12pt;">Nel mese del tramondo rosa<br /></span></address> <p>Mi appassionai a questo festival di filosofia sin dalla sua prima edizione nel 2015: ero ad Ischia nell&rsquo;ultima settimana di settembre, perso in questa stupenda atmosfera di cambiamento che l&rsquo;isola propone con la sua livrea di colori unici. Da dove vengo io, una piccola citt&agrave; del nord Europa, siamo sempre in agguato a settembre, pensando che le condizioni climatiche a breve cambieranno bruscamente, lasciando cos&igrave; spazio ai colori autunnali, alle foglie che accompagnano i fiumi nella caduta gravitazionale, in un corso d&rsquo;acqua dolce, inesorabile, in continuo movimento, veloce e avido di trascorsi.</p> </div> L'isola del Grand Tour 2017-09-15T11:20:00+02:00 2017-09-15T11:20:00+02:00 http://www.ischia.it/it/l-isola-del-grand-tour Milena Barbieri milena@pointel.it <div class="feed-description"><address><img src="images/michallon__-_ischia_olio_legno_1819.jpg" alt="michallon ischia olio legno 1819" width="100%" height="NaN" class="caption" style="margin: 5px; border: 5px solid #d4c9c9; float: right;" title="Michallon - Ischia Olio legno" /><span style="font-size: 12pt;">Tra lo spettacolo del golfo e le verdi colline di lava</span></address> <p>La traversata verso l&rsquo;isola era il primo, vero contatto con il mare. L&rsquo;avevano sempre osservato al sicuro sulla terraferma, vagheggiando quei lembi di terra che si stagliavano sull&rsquo;orizzonte. E a Napoli, nei salotti dove si scambiavano racconti e ricordi, l&rsquo;esplorazione di quelle terre immerse nell&rsquo;azzurro era sempre raccomandata da chi gi&agrave; ne aveva avuto il privilegio.</p> </div> <div class="feed-description"><address><img src="images/michallon__-_ischia_olio_legno_1819.jpg" alt="michallon ischia olio legno 1819" width="100%" height="NaN" class="caption" style="margin: 5px; border: 5px solid #d4c9c9; float: right;" title="Michallon - Ischia Olio legno" /><span style="font-size: 12pt;">Tra lo spettacolo del golfo e le verdi colline di lava</span></address> <p>La traversata verso l&rsquo;isola era il primo, vero contatto con il mare. L&rsquo;avevano sempre osservato al sicuro sulla terraferma, vagheggiando quei lembi di terra che si stagliavano sull&rsquo;orizzonte. E a Napoli, nei salotti dove si scambiavano racconti e ricordi, l&rsquo;esplorazione di quelle terre immerse nell&rsquo;azzurro era sempre raccomandata da chi gi&agrave; ne aveva avuto il privilegio.</p> </div> Andar per pascoli 2017-09-15T11:20:00+02:00 2017-09-15T11:20:00+02:00 http://www.ischia.it/it/andar-per-pascoli Milena Barbieri milena@pointel.it <div class="feed-description"><address><img src="images/pascoli.jpg" alt="pascoli" width="100%" height="NaN" class="caption" style="margin: 5px; border: 5px solid #d4c9c9; float: right;" title="Vista da Corbaro Park" />Andar per pascoli, il percorso che dalla Bocca di Serra porta a Corbaro Park, il luogo dove tutto &egrave; possibile&hellip;</address> <p>Andar per Pascoli &egrave; un&rsquo;idea rubata, un sogno che si realizza, un racconto condiviso da chi &egrave; stanco dell&rsquo;oridinariet&agrave;. Andar per Pascoli &egrave; il nostro modo di offrire un&rsquo;emozione a chi ha bisogno di staccare la spina e sfuggire dallo stress. Queste sono le parole con cui Nino e Max, gestori di Corbaro Park e instancabili sognatori, raccontano il nuovo viaggio intrapreso.</p> </div> <div class="feed-description"><address><img src="images/pascoli.jpg" alt="pascoli" width="100%" height="NaN" class="caption" style="margin: 5px; border: 5px solid #d4c9c9; float: right;" title="Vista da Corbaro Park" />Andar per pascoli, il percorso che dalla Bocca di Serra porta a Corbaro Park, il luogo dove tutto &egrave; possibile&hellip;</address> <p>Andar per Pascoli &egrave; un&rsquo;idea rubata, un sogno che si realizza, un racconto condiviso da chi &egrave; stanco dell&rsquo;oridinariet&agrave;. Andar per Pascoli &egrave; il nostro modo di offrire un&rsquo;emozione a chi ha bisogno di staccare la spina e sfuggire dallo stress. Queste sono le parole con cui Nino e Max, gestori di Corbaro Park e instancabili sognatori, raccontano il nuovo viaggio intrapreso.</p> </div> Daniele Papuli e la Grande Madre di carta 2017-09-15T11:20:00+02:00 2017-09-15T11:20:00+02:00 http://www.ischia.it/it/daniele-papuli-e-la-grande-madre-di-carta Milena Barbieri milena@pointel.it <div class="feed-description"><p><img src="images/papuli.jpg" alt="papuli" class="caption" style="margin: 5px; border: 5px solid #d4c9c9; float: right;" title="Ule. Carte visionarie" width="100%" height="NaN" /></p> <p>Per un attimo avverto l&rsquo;odore dolciastro del magma mescolato all&rsquo;aspro delle felci preistoriche, arse chiss&agrave; quando. &Egrave; come se, all&rsquo;interno della Chiesa dell&rsquo;Immacolata questo sentore ancestrale lo portasse con s&eacute; uno scherzo del vento di levante che, sul maniero, gira da destra a sinistra. &Egrave; una stranezza dei sensi, uno straniamento, una ventata irrazionale. Sar&agrave; forse colpa della Memetica? Un mix di memoria storica, identit&agrave; e genetica deformabile dalla tradizione? Imbocco un tunnel temporale che mi conduce, a ritroso, fino alle origini infuocate dell&rsquo;isola minore, il vulcano che &ndash; sono trascorsi decine di millenni - offre salde fondamenta alla citt&agrave; fortificata, al Castello Aragonese.<br />Questo effetto sensationnel ha un&rsquo;altra leva emotiva: &egrave; preannunciato nell&rsquo;esperienza in cui ci avvolge Daniele Papuli, che ha il meridione mediterraneo e mediorientale inscritto nel cognome. Con la sua ultima opera ludicamente complessa ci rende protagonisti di meraviglia, soddisfazione, appagamento.</p> </div> <div class="feed-description"><p><img src="images/papuli.jpg" alt="papuli" class="caption" style="margin: 5px; border: 5px solid #d4c9c9; float: right;" title="Ule. Carte visionarie" width="100%" height="NaN" /></p> <p>Per un attimo avverto l&rsquo;odore dolciastro del magma mescolato all&rsquo;aspro delle felci preistoriche, arse chiss&agrave; quando. &Egrave; come se, all&rsquo;interno della Chiesa dell&rsquo;Immacolata questo sentore ancestrale lo portasse con s&eacute; uno scherzo del vento di levante che, sul maniero, gira da destra a sinistra. &Egrave; una stranezza dei sensi, uno straniamento, una ventata irrazionale. Sar&agrave; forse colpa della Memetica? Un mix di memoria storica, identit&agrave; e genetica deformabile dalla tradizione? Imbocco un tunnel temporale che mi conduce, a ritroso, fino alle origini infuocate dell&rsquo;isola minore, il vulcano che &ndash; sono trascorsi decine di millenni - offre salde fondamenta alla citt&agrave; fortificata, al Castello Aragonese.<br />Questo effetto sensationnel ha un&rsquo;altra leva emotiva: &egrave; preannunciato nell&rsquo;esperienza in cui ci avvolge Daniele Papuli, che ha il meridione mediterraneo e mediorientale inscritto nel cognome. Con la sua ultima opera ludicamente complessa ci rende protagonisti di meraviglia, soddisfazione, appagamento.</p> </div> La dimensione parallela di Romeo Toccaceli 2018-05-03T11:46:00+02:00 2018-05-03T11:46:00+02:00 http://www.ischia.it/it/la-dimensione-parallela-di-romeo-toccaceli Rosalinda Di Meglio rosalinda@pointel.it <div class="feed-description"><p><img src="images/Toccaceli_catalogo-12.jpg" alt="Toccaceli catalogo 12" width="100%" height="NaN" style="border: 3px solid #d4d4d4; float: right;" title="Immagine Castello Aragonese" /></p> <p>La &laquo;Dimensione parallela&raquo; &egrave; quella che Romeo Toccaceli, geologo per professione, vive nel quotidiano, perch&eacute; ha un&rsquo;innata passione per matite, colori e inchiostri. Frequentando Ischia per lavoro, l&rsquo;interesse scientifico si &egrave; trasformato naturalmente in rappresentazione creativa, grafica, artistica. Il tema della mostra, ispirato alla vigorosa natura geologica dell&rsquo;isola, si collega anche alle manifestazioni dal titolo &laquo;Terremoti, vulcani e nuvole, dalla vulnerabilit&agrave; dimenticata alla cultura della sicurezza&raquo; organizzate a Ischia da Ingv e Crea dal 21 luglio al 29 settembre. Toccaceli (Sapri, 1959) coltiva la sua innata passione per il disegno e le illustrazioni delle riviste fumettistiche degli anni &lsquo;60 e &rsquo;70 fin dall&rsquo;et&agrave; scolastica. Da Walt Disney alla Marvel, fino a Metal Hurlant, Pilot, Linus ed altro ancora. Si laurea in Scienze Geologiche presso l&rsquo;Universit&agrave; di Napoli.</p> </div> <div class="feed-description"><p><img src="images/Toccaceli_catalogo-12.jpg" alt="Toccaceli catalogo 12" width="100%" height="NaN" style="border: 3px solid #d4d4d4; float: right;" title="Immagine Castello Aragonese" /></p> <p>La &laquo;Dimensione parallela&raquo; &egrave; quella che Romeo Toccaceli, geologo per professione, vive nel quotidiano, perch&eacute; ha un&rsquo;innata passione per matite, colori e inchiostri. Frequentando Ischia per lavoro, l&rsquo;interesse scientifico si &egrave; trasformato naturalmente in rappresentazione creativa, grafica, artistica. Il tema della mostra, ispirato alla vigorosa natura geologica dell&rsquo;isola, si collega anche alle manifestazioni dal titolo &laquo;Terremoti, vulcani e nuvole, dalla vulnerabilit&agrave; dimenticata alla cultura della sicurezza&raquo; organizzate a Ischia da Ingv e Crea dal 21 luglio al 29 settembre. Toccaceli (Sapri, 1959) coltiva la sua innata passione per il disegno e le illustrazioni delle riviste fumettistiche degli anni &lsquo;60 e &rsquo;70 fin dall&rsquo;et&agrave; scolastica. Da Walt Disney alla Marvel, fino a Metal Hurlant, Pilot, Linus ed altro ancora. Si laurea in Scienze Geologiche presso l&rsquo;Universit&agrave; di Napoli.</p> </div> Giulio Grablovitz a Ischia 2017-08-21T11:30:00+02:00 2017-08-21T11:30:00+02:00 http://www.ischia.it/it/giulio-grablovitz-a-ischia Milena Barbieri milena@pointel.it <div class="feed-description"><p><img src="images/Primavera-Ischia/Fig8_GuacheEruzioneVesuvio1794.jpg" alt="Fig8 GuacheEruzioneVesuvio1794" width="100%" height="NaN" class="caption" style="margin: 5px; border: 5px solid #d4c9c9; float: right;" title="Guache relativa alla distruzione di Torre del Greco" /></p> <p><strong>uno scienziato sospeso fra terra e cielo</strong></p> <p><em>di Graziano Ferrari*</em></p> <p>&laquo;27 gennaio 1886 - Prendo residenza ad Ischia, provvisoriamente alla Casina Reale&raquo;. <br />Con queste poche parole una mattina d&rsquo;inverno, meno di tre anni dopo il terremoto che distrusse Casamicciola, Giulio Grablovitz annot&ograve; nel suo diario l&rsquo;inizio della sua permanenza stabile nell&rsquo;isola.&nbsp; Cosa andr&agrave; a fare lo studioso triestino e perch&eacute;, &egrave; tutto da scoprire! La storia inizia dieci anni prima. <br />Fitti e affascinanti sono gli eventi che&nbsp; legano il nostro misterioso scienziato alla terra, al&nbsp; mare e al cielo di questa meravigliosa isola. Ma andiamo con ordine.</p> </div> <div class="feed-description"><p><img src="images/Primavera-Ischia/Fig8_GuacheEruzioneVesuvio1794.jpg" alt="Fig8 GuacheEruzioneVesuvio1794" width="100%" height="NaN" class="caption" style="margin: 5px; border: 5px solid #d4c9c9; float: right;" title="Guache relativa alla distruzione di Torre del Greco" /></p> <p><strong>uno scienziato sospeso fra terra e cielo</strong></p> <p><em>di Graziano Ferrari*</em></p> <p>&laquo;27 gennaio 1886 - Prendo residenza ad Ischia, provvisoriamente alla Casina Reale&raquo;. <br />Con queste poche parole una mattina d&rsquo;inverno, meno di tre anni dopo il terremoto che distrusse Casamicciola, Giulio Grablovitz annot&ograve; nel suo diario l&rsquo;inizio della sua permanenza stabile nell&rsquo;isola.&nbsp; Cosa andr&agrave; a fare lo studioso triestino e perch&eacute;, &egrave; tutto da scoprire! La storia inizia dieci anni prima. <br />Fitti e affascinanti sono gli eventi che&nbsp; legano il nostro misterioso scienziato alla terra, al&nbsp; mare e al cielo di questa meravigliosa isola. Ma andiamo con ordine.</p> </div>